ANTARTIDE

Estate 99: Ho elaborato dati georadar acquisiti in Antartide con antenne a 60MHz. Le tracce acquisite (8bits integer, 1024 campioni, campionamento a 5 ns) manifestavano un andamento simile a quello in figura sottostante: 

antartideo.gif (6001 bytes)

effetti che inficiavano ogni tipo di elaborazione.

La procedura che ho seguito per "raddrizzare" le singole tracce stata:

  1. trovare i massimi locali

  2. considerare solo i valori monotoni decrescenti

  3. calcolare il miglior polinomio di grado pari che meglio fitta i valori (2)

  4. normalizzazione della traccia

  5. applicazione in inversione della curva trovata

Il risultato trovato pu essere analizzato nella figura sottostante: decisamente buono.

antartidef.gif (14101 bytes)

La seguente elaborazione stata effettuata con Matlab.

I dati sono stati inseriti nella tesi della dottoressa Alessia Taboga.

 

ps: tutti i dati sono elaborati con Matlab e Seismic Unix. All data were processed with Matlab and Seismic Unix (LB).

luca baradello