Tornato dalla Scozia non capivo le dediche della Supercoppa. Incuriosito ho perlustrato i blog. Si parlava della tua malattia. Pensavo fosse il solito tam tam non-sense. Oggi invece ho scoperto che era tutto vero. Te ne sei andato in silenzio. Come poche erano le parole alla DS. Un esempio di vero sportivo, per me. Anche Moratti se n' accorto mettendoti sulla cattedra della nostra beneamata. Sei stato uno dei pochi interisti vincenti, dentro e fuori il campo. Non ti ho visto giocare, ma le gesta della Grande mi vennero illustrate dal barbe Cesar. Chapeau Capitano!