Chiudo qui il mio 2007. E' stato intenso agonisticamente ed pieno internamente. Il picco non può che essere la Lavaredo. Lo scollin@re della Forcella di Mezzo ci ha portato a bussare alle porte del paradiso ... e poi ricacciato nel profondo inferno.

L'emozione più grande è stato il traguardo della mezza di Udine. Il vuoto l'arrivo a Venezia.

Un grazie a tutti coloro che hanno condiviso questi momenti, in particolare a chi mi ha sempre incoraggiato e spinto a superare tutti gli ostacoli.

Al prosin an. Già manca da morire.

Hanno partecipato, più o meno consapevoli, con la loro faccia: Marco, Federico, Serena, Stefano, Marta

Di nascosto: Egidio ,Michele, Mauro, Luca

A conclusione di questo fantastico 2007 un doveroso grasie a Sergio Accaino che mi ha dato la possibilità di correre con l'Alto Friuli - Friul Green.


 
VI Palmanova Maratonina Palmanova  18.11.07      
Il gruppo si rimpingue con i reduci americani (Gatto & Volpe). 21.097 oramai si sentono nelle leve: è fine stagione e inevitabilmente c'è penuria di energie. ... contenti di essere tutti sotto il 47' ... non tutto fila liscio però Percorso come si fa a far correre la massa su un tracciato (piazza) su cui si ergono pali-segnali stradali non segnalati??!
     

maratonina palmanova 07 (from google earth)

Pacco gara ...una medaglia????

XXII Venice Marathon Venezia 28.10.07      
Arrivati in tre all'atteso appuntamento. Ma tre acciaccati. 42.195 km di eterna condivisa sofferenza. Sempre accerchiati e sospinti da un serpentone di spettatori. Per fortuna all'arrivo niente antidoping .. se no addio personale :) 

Percorso Il migliore, il più suggestivo, il più pauroso.
     

maratona venezia07 (google earth)

Pacco gara Buono

Staffetta Trofeo Provincia Pradamano 13.8.07      
La ranner istiga i tre roncolini a cimentarsi in un 3x3000 

... malati, non allenati ci trasciniamo al 47° posto grazie ad una gran prestazione del triatleta.

Percorso Nulla di particolarmente esaltante ma veloce.

XXVII Ferragostana Pertegada 11.8.07      
Rispolverando i vecchi tempi un quintetto si ritrova  per una sana sgambata (12 o 6 km). 

pertegada1729.jpg (638831 bytes)

Percorso Piacevole tra vigneti, stalle ed argine.

Aspettando il ritardatario... non ci si streccia!

La vadori stile professionista detta l'andatura ... nel primo km ;)

A tor par lis stalis.

Ristori Decisamente alpini: vino ... vino ... vino ... tiratino quello finale

All'appello manca solo la ranner.

       

XXII Staffetta Ferragostana Sclaunicco 6.8.07      
Poco più di 24h dopo la Camignada vengo invitato a sgranchire un po' le gambe in una massacrante staffetta 3x3200. Il gatto e la volpe (Venier Luca & Petris Mauro) che mi accalappiano con l'aiuto della runner mi fanno tirare il collo. Bella prima esperienza. Il 50° posto non è da buttare. Percorso Quasi un quadrilatero che si snoda tra i campi. Kilometraggio ottimamente segnalato
        Ristoro Si potrebbe migliorare.

XXXV Camignada Misurina 5.8.07      

Seconda mountain race per i soliti due (in)coscienti. Questa volta un po' più maturi  chiudono con facilità sotto il pronostico ;) 

La partenza alle 8 dal Lago di Misurina si svolge in un bel gelido tepore. Subito il serpentone abbandona la strada asfaltata e si snoda lungo il sentiero 101. In 6km si sale fino al Rif. Auronzo e ripercorrendo il tragitto di 1 mese fa (104) si arriva al Rif. Lavaredo. La salita alla omonima Forcella ti permette di ammirare le 3 Cime nel suo splendore. Il Rif. Locatelli lo si incontra in quota dopo aver attraversato un favoloso scorrevole ghiaione. Più arduo è raggiungere il Rif. Pian di Cengia. La rampa che sale è mitigata dalla vista dei laghetti sottostanti. Dopo si incontra uno dei passaggi più suggestivi: la roccia scavata dagli alpini. Raggiunto il Rif. Comici sembra che la fatica sia giunta a buon punto ... ma ben presto ci si accorge (vedendo!!) che manca l'infernale cuocente salita a Forcella Giralba. Arrivati sopra si scende subito sull'ultimo Rif. il Carducci. Ora è tutta discesa: un piombo di oltre 1700m. E' una discesa ripida in cui difficili sono i sorpassi ... essere ingabbiato in un treno è deleterio! Arrivati in fondo alla Val Giralba si incontrano un paio di km di asfalto e poi un dolce sterrato che porta con ponte finale (venexia memoria) all'arrivo. Percorso Credo che difficilmente si possa trovare un percorso così spettacolare e suggestivo: 30 km con dislivello positivo appena superiore ai 1300 m ma negativo di oltre 2200 m.

auronzo07 (google earth)

Pacco gara Sufficiente

Ristori Decisamente buoni, a parte la pastasciutta finale.


I Lavaredo Ecomarathon Auronzo 24.6.07      
Una ecomarathon non è una semplice maratona. Ha tutto un altro fascino. Era la prima volta che provavamo 46 km, era la prima volta che provavamo 2500 m di ascesa, era la prima volta che correvamo col camel bag, era la prima volta da autosufficienti. Era la prima volta.

Non dobbiamo dimenticare le ansie della sera prima quando un temporale ha portato la temperatura sui 5°-6°

Un po' di allungamenti

rifugio auronzo

Percorso Anello di 46 km con dislivello positivo di 2500 m.

Pacco gara Buono

Ottima l'organizzazione, un grazie a Simone.

Mattina: rifugio Auronzo avvolto da una fredda nebbia che fa intravvedere appena qualche raggio di sole.

si comincia a percepire la gara

Palus San Marco

Somadida

     
lavaredo07 (google earth)Il serpentone che si crea salendo la Forcella Lavaredo è impressionante. Non si rompe neppure il fiato che ci si tuffa a piombo dai 2454 m sulla Val Cengia. La discesa è scoscesa con secchi tornanti iniziali. Si pensa: fortuna che non si fanno in salita ;) Arrivati a fondo Valle Marzon (1190 m) subito si risale verso il rifugio Carpi lungo la Val D'onge. La strada è una buona mulattiera che non deve essere sottovalutata: 8 km che ti alzano di quasi 1000 m!! Arrivati alla Forcella Maraia a 2110 m tempo di mangiare un energetico e via a far mulinare le gambe fino al punto più basso della corsa sulla statale dolomitica al livello di Palus San Marco. La discesa ti fa scaricare tutta l'adrenalina: è veloce e resa scivolosa da dei tratti cementati. Un occhio alla strada e un pensiero alle caviglie. Passata la statale si entra nel paradiso della foresta di Somadida. Qui nel dolce falsopiano le gambe reggono quel che reggono ... e stiamo appena sopra la metà corsa! Qualche santo ti porta su fino al Lago di Misurina. Acch! quanto è lungo circumnavigarlo a piedi! Finito il lago si crede che l'attacco alle tre cime sia prossimo. Errore! Si entra in un bosco e dopo soli tre interminabili km si risbuca al blocco delle tre cime. Qui ci si butta tutta a sx e si spendono le ultime energie fino ai piedi dell'ultima salita. E' la scala che dall'inferno sale al paradiso. La Forcella del Col di Mezzo sembra irraggiungibile. In 5km ti alzi di quasi 600 m. Non sai dove prendere l'energia per muovere i tronchi che ti sostengono. Ad un certo punto vedi le punte delle maledette ... ma ti mancano ancora una 50 di m di dislivello. Arrivati su ridi per la pazzia! Poi è 1 km di apoteosi. 

Ancora una volta io e la ranner siamo riusciti a sfidare la sorte, mostruosamente stanchi e tremendamente felici. PrimaDuranteDopo :)

Un sentito ringraziamento ai fotografi (Vito - Kris) e all'organizzatore del personal fun-club che hanno pazientato una vita ad aspettarci! 

Un augurio a Paolo di rimettersi e di tornare vincente.


VIII Maratonina di Udine Udine 27.5.07      
Si va a collaudare il percorso su cui i veri demoni si daranno battaglia il 14 ottobre. Qualche strega ha chiamato la pioggia. E diluvio sia!

Per fortuna giove pluvio si trattiene nella amatoriale. 

Gara ottima della ranner che rode un paio di minuti al suo personale e vede il 3 ... su tracciato scivoloso!   Percorso Anello di 7 km in centro città che non presenta difficoltà.
Incredibile il casino alla tenda borse: stesso posto per chi ritirava e chi consegnava!! Ristori Buoni. Pacco gara Decisamente misero. Tocje là a imparà dai triestins :( 

XII Maratonina dei Due Castelli Trieste 6.5.07      
Questa volta in non-completa solitudine ... abbasso il mio personale di 5 minuti. La costiera è panoramica ma senza pubblico ... a volte ci si dimentica che un'anima della corsa è la presenza della gente.  Si continua ad abbinare la maratona alla maratonina ... non credo che la cosa abbia senso.   Percorso La salita iniziale per portarsi a Sistiana sembra essere compensata dalla discesa ... ma entrambe implicano consumo energetico.
Ristori Quello finale è decisamente migliorato con la suddivisione competitiva e non. Pacco gara Buono. 

III Aviano in Corsa Aviano 21.4.07      
Trascinato dalla runner nel circuito Coppa Pordenone ... ci divertiamo nel veloce.  Tre giri per le la ranner (8°) ... + 1 per il vecchietto (9°). Non c'è rispetto ;) 

Il giro di 1.6 km prevede anche una leggera ascesa che non facilita ... ma il pericolo viene dal caldo.

Percorso Anello in centro con partenza ed arrivo in Duomo.
     

Pacco gara Non male 

XIII Maratona Roma Roma 18.3.07      
Solo tre della ultima Venice marathon non demordono e si presentano. Pur sopra le 13000 unità il serpentone è fluido, anche se le curve e i rifornimenti sono imbuti paurosi.

Emozione intensa il passaggio a S. Pietro

nb: un viaz di gnosis :)
Percorso Decisamente non pianeggiante: molti sono i dossi e il tutto è arricchito dai maledetti san pietrini! Il primo caldo poi ha dato un bel contributo. 
La ranner negli ultimi km si lancia diventando imprendibile per il mio motore. Complimenti!! I tempi si abbassano costantemente sotto le 4h ... ora si punta all'impossibile ;)

Non parliamo del pacco regalo: la maglietta dopo un solo primo lavaggio è andata in sfascio ... la prossima volta acquistate uno stock dai cinesi. Grazie!

Ristori Quello finale ridicolo: una mela, una bottiglietta d'acqua e una di integratore. Una miseria mai vista neppure nelle corse di paese!!!

Percorso Circolare Antico Comune di Susans Susans di Majano 3.3.07      

In tre si va all'innaugurazione del circuito circolare di Susans.

Non possiamo che testare i 14 Km.  

Percorso E' caratterizzato da saliscendi su strada asfaltata e sterrato. Il tratto più impegnativo è la salita Casa la Mont verso la fine del tracciato. A parte i primi km (un poco confusionati) è segnato discretamente.   

Dopo la fatica un po' di sano stretching.

Il passaggio migliore è il tratto dal cimitero degli ebrei alla Casa la Mont.

A mio avviso è migliorabile: 1. eliminazione del pezzo di strada provinciale 2. passaggio al castello


Marcia Panoramica Muris di Ragogna 14.1.07      
Per arrivare al tetto dei 510 m dai 212 m di partenza gli strappi sono decisamente infernali ed esaltanti. La fatica annebbia la vista ma in cima si riesce ad ammirare il magnifico letto del Tagliamento come da nessuna altra parte. Peccato che i cervi e i pavoni si cucchino un elevato tasso di onde elettromagnetiche. Solo alla fine ho scoperto che non ero solo

 

Percorso Credo sempre più che questa corsa sia la migliore del Friuli. 
Ricordo vivo della chiesetta ... seppellito prematuramente Ristori Migliorati.